Piante micorrizate da tartufo
Piante micorrizate da tartufo

solo il meglio per la tua tartufaia

con le nostre piante,
i migliori tartufi

esperienza di qualità

Truffleland opera nel settore vivaistico della produzione di piante micorrizate per la coltivazione dei tartufi, con strutture e metodologie d’avanguardia.

Per ottenere delle tartufaie che producano tartufi di alta qualità, è necessario utilizzare ed acquistare piante specifiche con micorrizazione specifica, in relazione alle caratteristiche del terreno sul quale verrà effettuato l’impianto

Ogni specie forestale presente nel catalogo di Truffleland risponde a specifiche caratteristiche e necessità.

Truffleland opera nel settore vivaistico della produzione di piante micorrizate per la coltivazione dei tartufi, con strutture e metodologie d’avanguardia.

Per ottenere delle tartufaie che producano tartufi di alta qualità, è necessario utilizzare ed acquistare piante specifiche con micorrizazione specifica, in relazione alle caratteristiche del terreno sul quale verrà effettuato l’impianto

Ogni specie forestale presente nel catalogo di Truffleland risponde a specifiche caratteristiche e necessità.

Con le nostre piantine da tartufo, migliore resa e qualità dei tartufi
Cosa sono le piante micorrizate da tartufo

Per piante da tartufo micorrizate si intendono piante appartenenti alle specie forestali ectomicorriziche, ottenute da seme certificato o da micropropagazione/talea e unite in simbiosi con le principali specie di tartufo di pregio, richieste dal mercato e coltivabili.

Il processo produttivo prevede la produzione di plantule “sterili”, ossia allevate in substrati sterili e in ambiente controllato, in modo che i loro apparati radicali siano privi di micorrize dei funghi naturalmente presenti nell’ambiente.

Tali plantule vengono quindi micorrizate con le varie specie di tartufo al fine di ottenere, dopo circa un anno dall’inizio del processo, una piantina nei cui apici radicali risiedano le micorrize del tartufo somministrato.

Per piante da tartufo micorrizate si intendono piante appartenenti alle specie forestali ectomicorriziche, ottenute da seme certificato o da micropropagazione/talea e unite in simbiosi con le principali specie di tartufo di pregio, richieste dal mercato e coltivabili.

Il processo produttivo prevede la produzione di plantule “sterili”, ossia allevate in substrati sterili e in ambiente controllato, in modo che i loro apparati radicali siano privi di micorrize dei funghi naturalmente presenti nell’ambiente.

Tali plantule vengono quindi micorrizate con le varie specie di tartufo al fine di ottenere, dopo circa un anno dall’inizio del processo, una piantina nei cui apici radicali risiedano le micorrize del tartufo somministrato.

Ricerca, sviluppo e biodiversità

Ogni anno produciamo piante sperimentali (salice, pioppo e farnia) micorrizate con il tartufo bianco (Tuber magnatum Pico), destinate non alla vendita bensì alla sperimentazione in campo, in collaborazione con Associazioni di Tartuficoltori e ricercatori universitari.

Ad oggi infatti, gli impianti tartufigeni realizzati con tartufo bianco non garantiscono risultati tali da poter essere considerati coltivazione, ed è per questo che Truffleland investe in sperimentazione e ricerca al fine di capire quali possano essere gli elementi capaci di determinare questa diversità.

Ogni anno produciamo piante sperimentali (salice, pioppo e farnia) micorrizate con il tartufo bianco (Tuber magnatum Pico), destinate non alla vendita bensì alla sperimentazione in campo, in collaborazione con Associazioni di Tartuficoltori e ricercatori universitari.

Ad oggi infatti, gli impianti tartufigeni realizzati con tartufo bianco non garantiscono risultati tali da poter essere considerati coltivazione, ed è per questo che Truffleland investe in sperimentazione e ricerca al fine di capire quali possano essere gli elementi capaci di determinare questa diversità.

Roverella (Quercus pubescens Willd.)

La Roverella è una pianta da tartufo estremamente versatile poiché si adatta a qualunque tipo di terra.

Possiede un apparato radicale perfetto per la tartuficoltura, ha una parte centrale profonda che garantisce l’ancoraggio ed il tiraggio dell’acqua e le sue radici laterali garantiscono una produzione di tartufi molto abbondante.

ALTITUDINE
È particolarmente indicata per la tartuficoltura e perfetta per le altitudini da 0 a 1200 metri sopra al livello del mare.

MICORRIZAZIONE
Viene micorrizata con tutte le tipologie di tartufo:

  • Tuber melanosporum Vitt.
  • Tuber aestivum Vitt.
  • Tuber borchi.
Nocciolo (Corylus avellana L.)

Grazie alla sua vivacità e rapidità di crescita, in alcuni casi produce tartufi precocemente, consentendo di trovarne già dal quarto anno.

Tutti i noccioli di produzione Truffleland sono “a doppia attitudine”, capaci cioè di produrre sia ottime nocciole che ottimi tartufi.

ALTITUDINE
Il nocciolo è perfetto per le altitudini da 0 a 1000 metri sul il livello del mare.

MICORRIZAZIONE
Viene micorrizata con le seguenti tipologie di tartufo:

  • Tuber melanosporum Vitt.
  • Tuber aestivum Vitt.
  • Tuber borchii Vitt.

Ne esistono varie specie, quelle prodotte e micorrizate da Truffleland sono:

  • Tonda Gentile Romana
  • Tonda di Giffoni
  • Tonda delle Langhe
  • Nocchione
Leccio (Quercus ilex L.)

Il Leccio predilige le zone esposte al sole ed è molto resistente alle alte temperature.

È l’unica sempre verde in natura a produrre tartufi. L’apparato radicale è molto profondo e durante l’estate non subisce stress idrico, cosa che la rende particolarmente adatta per la produzione del tuber melanosporum.

ALTITUDINE
Da 0 a 1000 mt. S.L.M

MICORRIZAZIONE
Viene micorrizata con le seguenti tipologie di tartufo:

  • Tuber melanosporum Vitt.
  • Tuber aestivum Vitt.
Farnia (Quercus robur L.)

La Farnia è una pianta conosciuta anche come la Quercia della Pianura perché predilige le altitudini da 0 a 600 metri sopra il livello del mare.

È molto fertile sui terreni pianeggianti, umidi, ricchi di sostanze organiche, perfetta in Pianura Padana dove un tempo era molto diffusa.

ALTITUDINE
Da 0 a 600 mt. S.L.M

MICORRIZAZIONE
Viene micorrizata con le seguenti tipologie di tartufo:

  • Tuber aestivum Vitt.
  • Tuber borchi.
Cerro (Quercus cerris L.)

Il Cerro è una pianta perfetta per i terreni ad alta quota e meno calcarei, per la tartuficoltura possiede le stesse caratteristiche della roverella ma riesce a sopportare meglio le temperature fredde e gelate.

ALTITUDINE
Consigliata sulle altitudini da 700 a 1300 metri sopra il livello del mare.

MICORRIZAZIONE
Viene micorrizata con le seguenti tipologie di tartufo:

  • Tuber melanosporum Vitt.
  • Tuber aestivum Vitt.
Carpino nero (Ostrya carpinifolia)

Il Carpino nero è una pianta eccellente per le zone continentali particolarmente ombreggiate alla quale viene riconosciuto il primato di essere una pianta particolarmente celere nella produzione di tartufo, specialmente quello estivo.

ALTITUDINE
Perfetta per le altitudini da 300 a 1200 metri sopra il livello del mare.

MICORRIZAZIONE
Viene micorrizata con le seguenti tipologie di tartufo:

  • Tuber melanosporum Vitt.
  • Tuber aestivum Vitt.
Pino d’Aleppo (Pinus halepensis)

Il Pino d’Aleppo è indicato per i climi miti presenti in zone di mare o fasce costiere con terreni prevalentemente sabbiosi.

Ideale per la coltivazione del tartufo bianchetto (Tuber Borchi) ma consigliata anche per la produzione di tartufo nero estivo.

ALTITUDINE
Queste piante micorrizate vanno innestate a un’altitudine da 0 a 400 metri sopra il livello del mare.

MICORRIZAZIONE
Viene micorrizata con le seguenti tipologie di tartufo:

  • Tuber borchi
  • Tuber aestivum Vitt
Pino nero (Pinus nigra)

Il Pino nero è una pianta perfetta per le zone caratterizzate da estati cocenti e inverni particolarmente rigidi.

ALTITUDINE
Tra le sue principali caratteristiche c’è quella dell’innesto alle massime altitudini, difatti questa pianta micorrizata può essere produttiva da 600 a 1500 metri sopra il livello del mare

MICORRIZAZIONE
Viene micorrizata con le seguenti tipologie di tartufo:

  • Tuber aestivum Vitt.

Scegliere Truffleland
significa AVERE GARANZIE UNICHE AL MONDO